Antifurto per la casa, quale scegliere? Ecco una guida!

Antifurto per la casa, quale scegliere? Ecco una guida!

Nov 07, 2018

Stai pensando di installare un antifurto per la casa ma non sai quale scegliere? Le soluzioni sul mercato sono infinite e proprio per questo è importante seguire alcuni accorgimenti per evitare brutte sorprese.

Ecco una breve guida per un acquisto sicuro!
Innanzitutto è fondamentale rivolgersi a un professionista; in gioco c’è la propria sicurezza! Seleziona installatori qualificati, capaci di valutare le tue esigenze e proporre le soluzioni più adatte, tenendo in considerazione il tipo e il grado di rischio.

Anche se in commercio è possibile reperire soluzioni a basso costo, è sempre meglio non puntare sul risparmio. Diffida dai prodotti fin troppo economici e tieni bene a mente che, nella maggior parte dei casi, è il prezzo a costituire la discriminante più affidabile per una qualità assicurata. Ricordati quindi che per ottenere un impianto di allarme a regola d’arte occorre spendere, trovando il professionista e la soluzione di sicurezza che meglio si adattano alle tue esigenze.

Una volta scelto il professionista è necessario accertarsi che i componenti dell’impianto siano certificati e rispettino le normative di riferimento. Un sistema non a norma e di scarsa qualità potrebbe smettere di svolgere la sua funzione protettiva, a scapito della sicurezza dell’abitazione.
Solo una corretta progettazione ed installazione può dare garanzia di efficacia ad un sistema d’allarme. Proprio per questo è necessario pretendere il rilascio della Dichiarazione di Conformità di corretta esecuzione, quale garanzia dell’utilizzo di apparecchiature certificate e conformi alle norme CEI.

I componenti essenziali di un impianto d’allarme sono essenzialmente tre: la centrale, i sensori e la sirena.
Di seguito le caratteristiche che dovrebbero possedere questi dispositivi affinchè il sistema d’allarme funzioni in maniera ottimale per ottenere la massima resa.

Centrale d’allarme

È fondamentale dia la possibilità di parzializzare l’impianto e di personalizzare l’inserimento/disattivazione delle zone in modo da rispondere a tutte le esigenze di sicurezza. Solitamente le centrali funzionano abbinate a delle tastiere e radiocomandi per l’attivazione e la disattivazione dell’impianto. Venitem, Esistono infatti delle soluzioni, come ad esempio la centrale con tastiera V 8-20 e i radiocomandi Vela, che offrono al contempo massima funzionalità e un design unico in grado di arricchire tutti gli ambienti.

Sirena d’allarme

Si tratta di un componente fondamentale, volto alla segnalazione acustica e/o ottica dell’eventuale pericolo. Rappresentando il cuore dell’intero impianto d’allarme, risulta il dispositivo più soggetto a tentativi di manomissione. Per questo è importante orientarsi su sirene con determinate caratteristiche e tecnologie, per esempio: tamper antiapertura del coperchio e antistrappo dal muro, sistema anti – schiuma e anti – shock, la membrana antiperforazione e , per finire, i circuiti tropicalizzati, per garantire affidabilità e alte performance anche in presenza di intemperie. Accorgimenti e upgrade tecnici che contraddistinguono l’intera gamma delle sirene Venitem, capace di proporre nelle sirene di ultima generazione – come MOse e Ducale – anche la funzione vocale, per registrare messaggi personalizzati, aumentando ancor di più l’effetto discriminante del dispositivo.

Sensori da interno

È importante siano a doppia tecnologia (microonda unita a infrarosso passivo), per individuare in maniera ottimale, senza il rischio di falsi allarmi, la presenza di un corpo caldo e/o in movimento. Dispositivi dalle ridotte dimensioni, capaci di racchiudere una serie di accorgimenti e funzioni, atti a rendere anche un dispositivo così piccolo una componente fondamentale e necessaria. Tra le funzioni più importanti, risultano senza dubbio: l’anti-mascheramento, capace di rilevare la presenza di uno schermo metallico davanti al sensore, l’anti-accecamento, che evita il sabotaggio del dispositivo tramite l’uso di spray sulla lente e la funzione “security”, capace di rilevare e conoscere la presenza umana anche se “celata” da schermo tecnico (come cartone o muta da sub).

Sensori da esterno

Sono degli elementi chiave all’interno dell’impianto in quanto aiutano a rilevare una presenza prima che sia avvenuta l’intrusione, innescando quindi un sistema di pre-allarme. Per consentire l’installazione anche in punti non riparati e assicurare un perfetto funzionamento nonostante le intemperie, la scelta migliore è quella dei sensori waterproof, come il nostro faro IP Plus.

Contatti

Permettono di rilevare l’allarme in caso di apertura di porte, finestre e varchi. Dispositivi altamente funzionali che, se usati nel modo giusto in abbinamento ai sensori volumetrici, permettono l’inserimento parziale giorno/notte o totale, creando quindi soluzioni ad hoc per i propri ritmi e i propri ambienti. Per le ore notturne è quindi possibile attivare solo i contatti di apertura, disattivando invece quelli volumetrici.

Come abbiamo visto, quando dobbiamo scegliere l’antfurto per la casa è fondamentale tenere conto di numerosi aspetti. Contattaci e i nostri installatori ti aiuteranno a scegliere l’antifurto per la casa più adatto alle tue esigenze!