Contatti e sensori infissi

Tra i componenti più efficaci e importanti di un sistema anti intrusione casa, i contatti magnetici per antifurto offrono una soluzione versatile e molto economica per il controllo del perimetro della propria abitazione.

I sensori magnetici vengono usati per allarmare porte e finestre e si applicano all’interno dei due battenti dell’infisso.

Il materiale ferromagnetico di cui sono composte le lamelle interne dei contatti genera un campo magnetico che, al momento dell’apertura della porta, viene interrotto e causa un cortocircuito.

Sarà questo a determinare il segnale d’allarme inviato alle centralina via cavo o via wireless, e a far scattare l’allarme antintrusione.

La tecnologia che sta alla base del funzionamento dei contatti magnetici è di tipo REED, mentre per la loro alimentazione è possibile utilizzare sensori a filo e sensori wireless.

I contatti magnetici a filo sono collegati direttamente alla centralina e sono di ridotte dimensioni e facili da installare.

I contatti magnetici wireless (senza filo) hanno un ingombro più elevato perché includono il circuito elettronico che permette la comunicazione wireless alla centralina e la batteria che alimenta il dispositivo.

In entrambi i casi, i sensori sono poco invasivi e possono essere verniciati dello stesso colore degli infissi.

Nel caso di antifurti filari, inoltre, è possibile installare contatti magnetici in serie o in parallelo.

Facendo tesoro della sua grande esperienza nel campo dei sistemi di sicurezza, VENITEM propone una vasta gamma di sensori magnetici a filo o wireless,  adatti ad ogni tipo di installazione.

  • Contatti magnetici per basculanti, tapparelle e portoncini in lega metallica o in plastica con reed elettro isolato.

  • Sensori inerziali a vibrazione per rilevazione urti da incasso.

  • Contatti magnetici da incasso in ottone o plastica con montaggio a vista.

Contatti magnetici extrapiatti per montaggio a vista in plastica.

Contatti magnetici