FAQ

Perché registrarsi e come si effettua la registrazione? 

La registrazione al sito permette:

  • Il download di schede prodotto, istruzioni, cataloghi, dichiarazioni di conformità, certificati
  • Di rimanere informato sulle PROMO in corso e le nostre ultime novità

La procedura per registrarsi al sito è molto semplice:

  • Clicca su ACCEDI, in alto a destra
  • Clicca su Registrati
  • Inserisci i dati richiesti: e-mail, nome e cognome e tipologia di utente. Ricordati di accettare il trattamento dati e continua cliccando su Registrati
  • Riceverai una e-mail all’indirizzo con cui hai effettuato la registrazione. (N.B.: La mail potrebbe erroneamente finire nella posta indesiderata). Per attivare/modificare la password, clicca sul link.

Dove trovo il catalogo?

Per trovare e scaricare il catalogo è necessario effettuare il LOG IN ed essere quindi registrati al sito (se non sei registrato alla pagina, scopri come fare leggendo la risposta 1). Una volta effettuato il LOG IN, clicca su DOWNLOAD in alto a destra: nell’elenco di file scaricabili, troverai sia il catalogo novità, sia il catalogo generale completo, scaricabili con un solo click.

Come faccio a scaricare le schede prodotto? 

Per scaricare le schede prodotto è necessario effettuare il LOG IN ed essere quindi registrati al sito (se non sei registrato alla pagina, scopri come fare leggendo la risposta 1). Una volta effettuato il LOG IN, puoi trovare la scheda prodotto che cerchi, sia andando in fondo alla pagina prodotto desiderata, sia nella sezione DOWNLOAD, applicando i filtri necessari.

Dove trovo i prezzi dei prodotti?

Il listino dei prodotti non è disponibile online. Per conoscere i prezzi dei nostri prodotti, puoi quindi scegliere se contattarci via e-mail all’indirizzo commerciale.italia@venitem.com, o se inviarci la tua richiesta compilando l’apposito modulo contatti, che trovi cliccando su CONTATTACI, ricordandoti di selezionare “commerciale” come oggetto. In entrambi i casi, riceverai una risposta dal nostro ufficio commerciale.

Come risolvo i problemi tecnici?

Se hai bisogno di assistenza tecnica, inviaci la tua richiesta compilando l’apposito modulo contatti, ricordandoti di selezionare “tecnico” come oggetto.

Come trovo il rivenditore più vicino?

Per trovare il distributore più vicino a te, cerca nella sezione dedicata cliccando su DISTRIBUTORI. Qui troverai un elenco dei nostri maggiori distributori. Aiutati nella ricerca, applicando i filtri necessari (es. AREA: Italia, REGIONE: Emilia Romagna) e trova il rivenditore più vicino.

Dove trovo le novità?

Tutte le ultime novità sono facilmente rintracciabili, sfogliando il nostro ampio portafoglio prodotti. Cliccando sulla sezione PRODOTTI, troverai infatti all’interno di ogni categoria specifica, i nuovi prodotti contrassegnati dall’etichetta “NEW”.

Come faccio a conoscere le PROMO in corso?

Se sei registrato al sito, verrai sempre aggiornato sulle PROMO in corso attraverso l’invio di una e-mail all’indirizzo fornito in fase di registrazione. In alternativa, puoi facilmente scoprire quali sono le PROMO in corso di validità, sia visitando la nostra pagina ufficiale Facebook (www.facebook.com/venitem) sempre aggiornata, sia controllando i banner presenti nella schermata principale del nostro sito.

E’ possibile personalizzare qualsiasi tipo di colore o tema sulla sirena? 

Si, è possibile.

Oltre alle diverse colorazioni standard da listino, si può valorizzare la propria sirena attraverso diverse tecniche di personalizzazione (adesivi, serigrafie e decalco), che permettono per esempio l’inserimento del proprio logo. Sulla base di quantitativi minimi d’ordine, è inoltre possibile personalizzare le proprie sirene con colorazioni innovative perlate, metallizzate, “tech” e “spazzolate”. Qualsiasi sia la tua richiesta, il nostro ufficio commerciale è a disposizione per valutare insieme la migliore soluzione “su misura” per te.

 

DOMANDE TECNICHE

Ho bisogno di effettuare la manutenzione di un impianto antifurto. Cosa occorre controllare sulla sirena Venitem?

Per una corretta manutenzione dell’impianto, procedere con la sostituzione della batteria, se necessario, e verificare: la corretta tensione di ricarica ai rispettivi morsetti di alimentazione (tensione maggiore o uguale a 13,4V) e la presenza di tensione ai cavi faston collegati alla batteria. Per una corretta verifica bisogna munirsi di una batteria nuova a 12V, collegarla ai faston rosso e nero, portare il comando sul morsetto STI in modo da eseguire tutti i test. Tolto il comando staccare la batteria e mettere un tester in tensione sui capi dei fili rosso e nero. Infine verificare lo stato delle parti non resinate come i microinterruttori del sistema antischiuma/antishock e il dip-switch a cui, è consigliato muovere gli interruttori per pulirli da eventuale ossido formatosi all’interno.

Ho installato una sirena Venitem: appena tolgo il comando di start, lampeggia senza suonare, oppure suona solo per pochi secondi continuando comunque a lampeggiare. Cosa devo controllare?

Aprire la sirena e procedere verificando che il led sulla scheda elettronica lampeggi (nei modelli provvisti di led anomalia). Fare riferimento alla tabella sulle istruzioni per l’individuazione del tipo di guasto, per esempio 3 lampeggi segnalano “Batteria scollegata, inferiore a 2,5V (test ogni 4 ore). Se il led anomalia è spento, o non presente, procedere con il controllo delle tensioni di alimentazione in ingresso (alimentazione sirena e positivo/negativo di comando) e la tensione ai faston dei cavi della batteria. Provare a togliere manualmente il filo del comando per verificare che tutti i collegamenti siano corretti.

Ho acquistato una sirena Venitem F24 da sostituire al vecchio impianto antincendio, ho però solo 2 fili che arrivano in sirena. Posso collegarla ugualmente? Se si, come?

Le sirene Doge/Triade F24 sono omologate EN54-3 e vanno collegate ad una centrale che ha l’uscita ad inversione di polarità. Se viene installata una sirena dove sono presenti solo 2 o 3 fili, è comunque possibile effettuare il collegamento ma la validità della certificazione della sirena viene meno. Per il collegamento a 2 fili a sirena disalimentata, si devono configurare i dip switch con i primi tre in posizione OFF e il quarto in ON. Procedere quindi con il collegamento del filo di ricarica negativo al morsetto -COM ed il positivo a cadere ai morsetti +24V e +CONT. Se abbiamo 3 fili i dip switch vanno configurati con il primo e il terzo in OFF e il secondo e il quarto in ON. Portare i fili di ricarica rispettivamente ai morsetti -COM e +24V e il positivo di comando a cadere sul morsetto +CONT. In entrambi i casi ricordarsi di collegare all’interno una batteria da 12 volts.

Ho un alimentatore TUL375 EN che segnala guasto. Ho trovato le batterie scariche e, verificando le tensioni di uscita, trovo 27V su rispettivamente OUT1, OUT2 e OUT3 senza avere però alcuna tensione di ricarica sull’uscita batteria. L’alimentatore è guasto?

Nel caso di una mancanza della rete elettrica per un tempo prolungato, le batterie possono scendere troppo di tensione e, una volta ridata la tensione 230Vac, l’alimentatore potrebbe non riagganciarle, per evitare di danneggiarsi. L’alimentatore presenta a bordo un mosfet controllato dal microprocessore che, se non sente nessuna batteria collegata ai morsetti +BAT-, non attiva l’uscita. Per verificare se il mosfet ed il relè a bordo scheda lavorano correttamente, si può effettuare un ponte tra il morsetto +BAT e il positivo di una delle uscite presenti a fianco. Dopo pochi secondi si sentirà il relè eccitarsi mentre il led di anomalia DL2 smetterà di lampeggiare, fino a spegnersi ad indicare la presenza di una batteria collegata. Procedere quindi togliendo il ponte e sostituendo le batterie.

Ho una sirena Rondò a cui ho collegato lo stato dell’impianto e continua a segnalarmi impianto acceso. Si è guastato l’ingresso?

La sirena Rondò accetta all’ingresso dello “stato impianto” sia un segnale positivo fisso che un negativo fisso. Se si utilizza un open collector per pilotare l’ingresso può accadere che arrivi un negativo ad impianto acceso, ma che quando la centrale porta a riposo l’uscita OC, ci sia una tensione alta che la sirena interpreta come impianto acceso. Per ovviare a questo problema si dovrà collegare un diodo (es. 1N4007) in serie all’ingresso del morsetto così da evitare che una tensione positiva o negativa, in base al collegamento voluto, possa tornare indietro.

Sto programmando una sirena Doge Wireless ma non riesco ad accoppiarle o mi sembra di aver eseguito la procedura ma la sirena esterna non fa nulla. Cosa devo fare?

Le sirene Doge wireless accoppiate ai moduli ATX3 o ATX2 vanno programmate seguendo entrambi i punti segnati nelle istruzioni. Esempio: per programmare una Doge con il suo modulo ATX3 basta premere il pulsante P2 della sirena. In questo modo il led lampeggia lentamente in attesa di un codice da memorizzare; si preme quindi il pulsante P1 dell’ATX3 e la sirena emetterà un segnale acustico per indicare la corretta memorizzazione. Si procede quindi premendo il pulsante P2 dell’ATX3 finché non entra in programmazione: se la posizione del canale è corretta (1 nel caso di nessuna sirena memorizzata), premere il pulsante P1 della sirena verificando che il numero 1 passi da lampeggiante a fisso. Uscire dalla programmazione dell’ATX3 tenendo premuto il pulsante P2.

N.B. Quando si apre il coperchio dell’ATX/3 fare attenzione col cacciavite di non sforzare troppo la linguetta perché si rischia di entrare di colpo e rompere il modulo ricevente all’interno.

Devo sostituire il pacco batterie e fare manutenzione ad una sirena wireless. Come devo procedere?

Per una corretta manutenzione delle sirene wireless, si procede utilizzando il morsetto 3 o 4 dei moduli ATX3 o ATX2 assegnato alla sirena da verificare. Portare quindi un negativo al morsetto 3 o un positivo al morsetto 4 (se non utilizzato già nel cablaggio dell’impianto). Una volta tolto il comando abbiamo 15 secondi di tempo per aprire la sirena senza che questa inizi a suonare. Una volta aperta la sirena si ha tutto il tempo per procedere con la sostituzione del pacco batterie (se il modulo ATX segnava batteria scarica), verificare lo stato dell’antischiuma (se ci sono eventuali insetti o sporco sui microinterruttori è consigliata la sostituzione) e del dip-switch a cui è consigliato muovere gli interruttori per pulirli da eventuale ossido formatosi all’interno. Rialimentare la sirena e chiuderla. Effettuare un paio di trasmissioni per verificare le corrette operazioni.

Ho installato una sirena Triade UE e noto che, una volta attivata la sirena tramite la chiave in dotazione, il lampeggiante è acceso. Perché?

Quando viene girata la chiave alla sirena Triade UE questa ha un led centrale sul lampeggiante che indica la corretta attivazione. Spostando il dip 5 la segnalazione viene inibita ed il lampeggiante si accenderà esclusivamente quando la sirena andrà in allarme. Si consiglia di disalimentare e rialimentare prima di eseguire l’operazione.

Ho installato una sirena Triade UE e mi da sempre zona aperta/chiusa indipendentemente se il contatto della porta è aperto o chiuso. Cosa devo fare?

La sirena triade UE è studiata per porte di uscita di emergenza/sicurezza. Nel caso non sia possibile installare la stessa sopra il varco o si debbano tenere sotto controllo più porte è rigoroso l’utilizzo di cavi schermati per evitare che tensioni indotte tengano gli ingressi bloccati. La calza va collegata al negativo di alimentazione.

Ho acquistato un radiocomando vela da aggiungere ad una ricevente vela ma non riesco a memorizzare nessun pulsante. Cosa devo fare?

Se si è in possesso di una ricevente vela 4 canali per prima cosa bisogna verificare che il radiocomando acquistato sia in 433 MHz e quindi di colore nero, rosso, verde o bianco. Se, una volta selezionata l’uscita da pilotare, premendo uno dei pulsanti presenti sul radiocomando il led della ricevente invece di segnalare la corretta memorizzazione esegue dei lampeggi rosso/verde, significa che la memoria è piena oppure all’interno della stessa sono presenti dei dati che la occupano e quindi è opportuno cancellare l’intera memoria e rimemorizzare tutti i radiocomandi precedentemente acquisiti. Nel caso il radiocomando fosse cubicato si tratta di un radiocomando in 868 MHz e quindi abbinabile ad un altro dispositivo che è una ricevente vela in 868 MHz che ha un display a 7 segmenti e 2 pulsanti e non sarà quindi possibile memorizzare tale radiocomando.

 

PER TUTTE LE ALTRE DOMANDE CONTATTACI