LA SIRENA D’ALLARME: UN DECALOGO GUIDA ALLA SCELTA DI QUESTO FONDAMENTALE ACCESSORIO

LA SIRENA D’ALLARME: UN DECALOGO GUIDA ALLA SCELTA DI QUESTO FONDAMENTALE ACCESSORIO

Lug 28, 2017

Un decalogo guida alla scelta di questo fondamentale accessorio.

Spesso considerata non più che un accessorio, la sirena è in realtà elemento importante dei sistemi d’allarme antifurto, evacuazione o antincendio.

La sirena d’allarme è anzitutto l’elemento che si occupa dell’immediata segnalazione di uno stato di pericolo, sia esso rappresentato da un tentativo di intrusione, sia esso una situazione di emergenza che impone l’immediato sgombero di un locale.

Negli allarmi antifurto, in particolare, la sirena è proprio il componente del sistema che testimonia la presenza di un circuito di protezione e recenti studi dimostrano che l’installazione di questo dispositivo in posizione ben visibile rappresenta uno dei principali deterrenti ai tentativi di intrusione.

Data l’importanza di questo accessorio, l’aggiornamento sulle nuove proposte di mercato e l’acquisto da produttori certificati sono passi fondamentali per orientarsi in fase di scelta.

Ma quali sono le caratteristiche fondamentali che una sirena d’allarme deve possedere per risultare un efficace strumento di difesa?

  1. Presenza di circuiti tamper per evitare la rimozione della sirena dal muro e l’apertura del coperchio per il sabotaggio
  2. Sistema anti-shock e anti-rottura, capace di supportare urti di elevata potenza
  3. Sistema anti-schiuma contro i tentativi di silenziare la sirena con schiumogeni, meglio se a doppia tecnologia per evitare i falsi allarmi
  4. Sistema anti-perforazione per evitare i tentativi di trapanamento della scheda elettronica
  5. Alta potenza sonora della tromba, per una resa acustica di allarme elevata
  6. Suono di allarme programmabile in termini di temporizzazione e tipo di suono, che consente di identificare facilmente la provenienza dell’allarme, nel rispetto del vicinato
  7. Lampeggiante a LED per la segnalazione di impianto acceso e allarme, per aumentare la funzione deterrente
  8. Auto-test della scheda elettronica e verifica della capacità e della resistenza interna della batteria per assicurare sempre un corretto funzionamento del dispositivo
  9. Led per la segnalazione delle anomalie che permette un’individuazione immediata e precisa del tipo di guasto
  10. Resinatura del circuito elettronico per un perfetto funzionamento anche in presenza di condizioni climatiche sfavorevoli